InstaVangelo del 1/6/2022

Gv 17, 11b-19

In quel tempo, [Gesù, alzàti gli occhi al cielo, pregò dicendo:]

«Padre santo, custodiscili nel tuo nome, quello che mi hai dato, perché siano una sola cosa, come noi […] Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal Maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella verità. La tua parola è verità. Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità».

*

Durante tutta la sua vita pubblica, Gesù ha insegnato molte cose a i suoi discepoli e a noi, e ha detto parole dal valore universale e perenne, che i Vangeli ci hanno trasmesso con fedeltà e abbondante ricchezza.

Ora che è arrivato agli ultimi momenti su questa terra, smette di parlare ai suoi e parla al Padre di loro, di noi, con una intensa e bellissima preghiera. Gesù ritiene cioè di aver ormai detto tutto quanto aveva da dire a noi in nome del padre, non ha più nulla da aggiungere; ma sa pure che i suoi discepoli, ai quali affida i suoi insegnamenti per il mondo intero e per tutti i tempi, allora come oggi, come sempre, sono e restano uomini segnati dalla fragilità, dal limite.

Il Signore, sapendo tutto questo, ha pregato per noi, ci ha affidati a Suo e nostro Padre, dunque non siamo soli, siamo guardati, protetti e custoditi dal Suo sguardo amorevole.

  • Oggi prova a far sentire amato qualcuno…

Ascolta anche il commento audio qui sotto 👇🏼
https://api.spreaker.com/v2/episodes/50008210/download.mp3 

Unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca 👉🏼 QUI

Visita anche il canale 👉🏼 YOUTUBE , seguici su Instagram e ascolta la 👉🏼 Web radio di RaDioON, la radio dallo spirito divino (www.rdon.it), vedi il palinsesto.

Ecco 👉🏼 TUTTI I LINK